Voci Vibranti: l’esperienza di MAMI VOiCE – Dialogo aperto con l’Architetto Alfredo Bigogno

Prima di venire al mondo e appena nati abbiamo acquisito informazioni ascoltando la voce e le vibrazioni di nostra madre e, attraverso di lei, abbiamo cominciato a percepire i suoni esterni. Sembra che queste informazioni rimangano per sempre conservate nella Nostra Memoria Implicita e pare che esse siano legate alla nostra creatività, soprattutto alla creatività artistica, la fantasia. 

Ma cosa succede quando si nasce? E perché è così importante mantenere un legame sonoro-vibrazionale tra madre e bambino nelle prime fasi di vita? Ne parliamo oggi con l’Architetto bresciano Alfredo Bigogno, ricercatore nel campo degli ambienti sonori.

GA: Alfredo, hai dedicato gran parte della tua carriera allo studio delle vibrazioni sonore in particolare nel rapporto madre-figlio durante e dopo la gravidanza. Che cosa ti ha spinto ad approfondire questi studi?

AB: Secondo la psicologia e la medicina, dopo nove mesi di reale simbiosi con la madre, per il bambino venire al mondo è drammatico. Egli subisce un distacco radicale che comporta un immediato tentativo di adattarsi a una nuova “dimensione”. La separazione è ancora più drammatica per i bambini prematuri, i quali sono privati dell’ambiente protettivo e confortevole del grembo materno prima degli altri.
La voce, o meglio, i suoni della mamma non solo sono familiari per il figlio, ma anche confortanti al punto da poter essere – in casi particolari – terapeutici durante tutto il corso della propria vita.

GA: In che modo sei riuscito a ricreare l’habitat materno? E come funziona?

AB: Volevo creare un sistema che facesse sentire il bambino a contatto con la mamma, anche se di fatto non si trovava più nel grembo materno. Così è nato il Sistema MAMI VOiCE. Un dispositivo medico di Classe 1. Questo sistema permette di far giungere al piccolo prematuro il suono e soprattutto le vibrazioni della voce della propria madre all’interno della termoculla.

GA: Quali sono gli esiti ottenuti dall’utilizzo del suono e delle vibrazioni del Sistema MAMI VOiCE? 

AB: Questo sistema è stato sottoposto a ricerca scientifica in diversi contesti ospedalieri di Terapia Intensiva Neonatale, ed ha permesso di rilevare oggettivi benefici per il piccolo, non solo durante la quotidiana permanenza del prematuro nella termoculla, ma anche durante pratiche considerate stressanti e dolorose.

Il Sistema è oggi utilizzato nella Terapia intensiva neonatale degli Spedali Civili di Brescia ed in molti altri ospedali italiani ed esteri.

GA: Oltre alla termoculla sono stati realizzati altri dispositivi con caratteristiche simili? 

AB: Certamente, uno dei progetti nati come evoluzione di MAMI VOiCE è il Lettino Armonico, una sorta di “culla per adulti” che, tramite gli stessi principi del Sistema MAMI VOiCE, permette di trasferire sonorità e vibrazioni al corpo della persona che vi si stende sopra. L’esperienza è di tipo olistico: con le orecchie ascolti il suono e con tutto il corpo senti la vibrazione che produce quel suono, in una esperienza polisensoriale. Il Lettino Armonico è costruito in legno d’abete camuno e disegnato seguendo le regole della Proporzione Aurea, della sequenza numerica di Fibonacci. Con lo stesso sistema e gli stessi materiali ho inoltre progettato un Totem Armonico che diffonde nell’aria vibrazioni e suoni. Ciò permette di ascoltare la musica e al contempo essere accarezzati dalle sue stesse onde vibrazionali.

GA: Qual è il tipo di sonorità che viene privilegiata in queste esperienze?

AB: Normalmente utilizzo la musica prodotta da strumenti accordati a 432 Hz, composta e suonata da Emiliano Toso, musicista e biologo con il quale è nata una spontanea collaborazione da alcuni anni. Le note e gli armonici degli strumenti accordati a 432 Hz stimolano la sincronizzazione biemisferica del cervello, aumentando la concentrazione e stimolando la creatività. 

GA: Caro Alfredo quando parlo con te è sempre un’esperienza che ispira pensieri innovativi e, soprattutto, tocca l’anima. Pensare a quei bambini che adesso hanno la possibilità di ascoltare la voce vibrante della propria madre, rende le nostre vite più consapevoli dell’importanza del bene. Complimenti a te e a MAMI VOiCE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.